Roma: 5 piatti imperdibili!

Tonnarello

Close

📍 Via della Paglia, 1

⌚ Orari di apertura:

aperto ogni giorno, dal lunedì alla domenica, dalle 08:00 alle 01:00

⚠ Info:

durante il nostro viaggio a Roma abbiamo mangiato in questo locale degli ottimi spaghetti alla carbonara e caccio&pepe, serviti in piccole padelle. Deliziosi!

❗ Importante: 

il locale è molto ampio ma si riempie molto facilmente! Gran parte dei locali romani non accettano prenotazioni e anche il Tonnarello rientra tra questi. Vi consigliamo quindi di raggiungere il ristorante il prima possibile.

Mimì e Cocò

Close

📍 Via del Governo Vecchio, 72

⌚ Orari di apertura:

ogni giorno dalle 10:00 alle 02:00

❗ Importante:

come gran parte dei ristoranti romani, Mimì e Cocò, non accetta alcun tipo di prenotazione! Vi consigliamo di raggiungere il ristorante il prima possibile, in modo tale da aggiudicarvi subito un tavolino o di essere tra i primi della lunga fila che si formerà all’esterno del locale!

Pasticceria Regoli

Close

📍 Via dello Statuto, 60

⌚ Orari di apertura: 

      • da lunedì alla domenica: 6:30 – 20:20
      • CHIUSO ogni martedì

Pinsere

Close

📍 Via Flavia, 98

⌚ Orari di apertura:

      • dal lunedì al venerdì: 9:00 -21:00
      • CHIUSO sabato e domenica

❗ Importante:

questo piccolo locale non dispone di tavolini per sedersi. Sono presenti alcuni banconi sia all’interno che all’esterno del locale. Si può acquistare anche le Pinse per asporto!

Pasticceria Pompi

Close

📍 Via della Croce, 82

⌚ Orari di apertura:

      • da lunedì al giovedì: 11:00 – 21:30
      • venerdì e sabato: 11:00 – 22:30
      • domenica: 11:00-21:30

Monumenti antichissimi, gli antichi romani, il Vaticano e… la buonissima cucina italiana! Tutti sognano un viaggio in Italia e tutti sognano un viaggio a Roma.

Una locanda piccolina, tavolini stretti, le tovaglie a quadri rossi, un calice di vino e le risate. Noi siamo italiani. Siamo fatti di pasta e buon umore!

Venite con noi alla scoperta dei 5 piatti assolutamente da non perdere a Roma!

1. PASTA

Spaghetti alla carbonara: 

il piatto della cucina romana per eccellenza! La ricetta della pasta alla carbonara ha una storia molto tortuosa, costellata da molti dubbi. Questo condimento di origine laziale sembrerebbe essere stato inventato da cuochi italiani durante la Seconda Guerra Mondiale, grazie ai poveri ingredienti che offriva la terra e ai prodotti importati in Italia dalle truppe americane! Ecco quindi: uova, guanciale (bacon americano) e pecorino romano. I 3 semplici ingredienti per creare una pasta da sogno.

Spaghetti caccio & pepe:

due semplici ingredienti servono per realizzare questa pasta: pepe nero e pecorino romano. Si tratta di ingredienti poveri, a lunga conservazione e facilmente reperibili. La leggenda narra che questa ricetta nacque tra le campagne romane e che i primi osti che iniziarono a servirla nei loro locali, abbondassero con il pepe per vendere più vino e guadagnarci. Gli spaghetti caccio&pepe sembrano una ricetta molto facile ma mantecare bene il formaggio è una vera opera d’arte.

Bucatini alla gricia e all’amatriciana:

queste due ricette dipendono l’una dall’altro, lo sapevate? Si dice che la ricetta dei bucatini alla gricia sia stata inventata dal popolo laziale. Il condimento viene realizzato con del semplice guanciale e l’aggiunta di pecorino romano. La leggenda narra che la ricetta si diffuse tra i pastori di Amatrice. I contadini avrebbero in seguito aggiunto il pomodoro alla ricetta, dando vita al sugo all’amatriciana come lo conosciamo oggi!

Tutti questi deliziosi primi piatti li potete assaggiare qui.

2. SECONDI DI CARNE

Polpette al sugo:

deliziose e morbide palline di carne in umido. La ricetta delle polpette sembra risalire al XV secolo ed è strettamente legata al territorio italiano. Realizzate con carne macinata, uova e pane raffermo, alle polpette viene data la classica forma circolare. Ricoperte con il pane grattugiato vengono poi fatte bollire e cuocere tra un ricco sugo al pomodoro. Ottime!

Noi abbiamo provato questa tradizionale ricetta romana proprio qui.

Saltimbocca alla romana:

involtini di carne di vitello, avvolti in ampie fette di prosciutto crudo (o speck) con una foglia di salvia. Cotti con un sottile strato d’olio e sfumati con dell’ottimo vino bianco!

3. MARITOZZO

Pasticceria Regoli Roma

Il maritozzo è un tipico dolce laziale. Si tratta di una piccola pagnotta di pane incisa orizzontalmente e farcita con una grande quantità di panna montata…da leccarsi i baffi!

Una leggenda narra che nell’antica Roma questo dolce venisse regalato alle fidanzate da coloro che venivano chiamati “maritozzi”, ovvero “mariti”. Molto spesso questi dolcetti contenevano piccole sorprese, come anelli e doni.

Vi consigliamo di provare questi deliziosi dolcetti nella storia Pasticceria Regoli

4. PINSA

Pinsa romana

La pinsa è una focaccia salata di origine laziale.

Il nome deriva dal latino “pinsere” (=allungare), un verbo che spiega la sua forma ovale molto molto sottile!

L’impasto a lunga lievitazione (circa 24 ore) è realizzata con un più tipologie di farine (miglio, orzo, farro, ecc.), sale e acqua. Viene servita bianca, con l’aggiunta di qualche erba aromatica, o condita come una pizza.

La ricetta è molto antica e attribuita ai primi romani! La focaccia veniva preparata dalle popolazioni laziali con diverse farine, acqua e sale, stirata e “allungata” e cotta sopra la pietra riscaldata dai carboni ardenti.

Noi abbiamo provato questa tradizionale ricetta romana proprio qui.

5. TRIAMISU’

Tiramisù

Il tiramisù è un dolce tipico italiano. La sua origine è molto discussa e collocata tra il Veneto e il Friuli, ma questo buonissimo dolce può essere mangiato in qualsiasi parte d’Italia.

Il tiramisù è un dessert fresco composto da più strati di biscotti (savoiardi) inzuppati nel caffè ricoperti da una crema morbida a base di mascarpone, uova e zucchero.

A Roma, vicino alla scalinata di Trinità dei Monti, si trova una delle Pasticceria più famose della capitale. Alla Pasticceria Pompi potrete acquistare dei piccoli tiramisù take-away. Questo dessert viene servito in piccole scatoline di carta dotate di un cucchiaino. I gusti disponibili sono 6: classico, fragola, pistacchio, banana, nutella e nocciola. Secondo voi quale abbiamo provato?

Buon appetito!

Se questo articolo vi è piaciuto, seguiteci su Instagram per scoprire le nostre prossime avventure.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *