Albero autunnale in Val Bartolo.

L’autunno in val Bartolo

In Italia ci sono moltissimi luoghi dove ammirare le foglie tingersi di mille colori e uno di questi si trova in Friuli: la Val Bartolo

La Val Bartolo è una vallata che si apre sopra la frazione di Camporosso, a Tarvisio, nell’alto Friuli.

Dalla frazione di Camporosso con una passeggiata dall’andatura tranquilla, in circa 7 km e un dislivello di solo 300 m, potrete raggiungere questa valle incantata.

Chalet Val Bartolo.

Il bosco della Val Bartolo…

La Val Bartolo è una valle lunga e stretta che collega l’alto Friuli all’Austria. Nel punto più alto la valle si apre nei Prati di Bartolo.

La camminata che porta ai prati è molto tranquilla e adatta anche ai bambini. La mulattiera ha una pendenza molto dolce ed è sempre affiancata dal Rio Bartolo. L’acqua che scorre regala una sensazione di pace e libertà uniche.

La camminata si snoda in un bosco sempreverde composto da pino nero, abete rosso,  pino silvestre e pino mugo a cui si mescolano gli alberi di faggio che in autunno brillano con i loro colori caldi.

Baita di Beatrice Val Bartolo.

A circa metà del percorso la mulattiera si sposta sull’altro versante, attraversando un piccolo ponticello. La passeggiata prosegue sempre con un dislivello dolce. Quando sulla vostra destra troverete la Baita di Beatrice sarete quasi arrivati nel punto più bello della vallata secondo noi: il rettilineo che attraversa i Prati di Bartolo.

Piccole baite, chalet eleganti, fienili costellano i verdi prati di Bartolo. In estate potrete trovare anche molti animali al pascolo, mentre nei primi mesi dell’autunno si possono vedere le prime tracce di neve che durante l’inverno cade copiosa.

Prati di Bartolo.

La Val Bartolo è una vallata poco frequentata che conserva ancora la tranquillità e la serenità di un luogo di alpeggio. Infatti, la popolazione del tarvisiano saliva nei Prati di Bartolo durante l’estate per portare al pascolo il proprio bestiame. Le baite e i fienili ne sono una testimonianza: piccoli chalet di legno dai tetti spioventi.

Quando le baite si sono diradate non vi resta che fare dietro front e ripercorre il percorso all’indietro!

Passeggiate e molto altro!

Alla fine del mese di agosto in Val Bartolo si tiene una festa coloratissima e buonissima, il suo nome è: Baite Aperte. I chalet si aprono e in ognuno di loro vengono cucinate delle specialità della cucina friulana e di altre località limitrofe. Ecco, quindi, la gente che sia aggira tra le baite alla ricerca del suo piatto preferito tra, piatti di selvaggina, dolci raffinati e il tradizionale frico con polenta.

Bosco Val Bartolo.

La Val Bartolo è molto frequentata anche in inverno quando al posto delle scarpe da trekking si calzano le comode ciaspole, per ammirare il candido paesaggio innevato e raggiungere il confine con l’Austria.

Come arrivare in Val Bartolo?

Per raggiungere la frazione di Camporosso In Valcanale si seguono le indicazioni per la cittadina di Tarvisio. Tarvisio è raggiungibile per due strade principali: l’autostrada (fino al casello di Pontebba) e la Strada Statale 13. Alla prima rotatoria si svolta a destra, seguendo le indicazioni per Camporosso In Valcanale. Entrati nel piccolo paesino si prosegue in direzione dell’hotel Bellavista. Dopo il piccolo sottopasso si svolta a destra, prendendo Via Della Sella. Posteggiate l’auto appena la strada asfaltata sarà terminata e prende avvio la mulattiera che vi porterà in Val Bartolo!

Rio Bartolo.

PS: volete essere sicuri di essere sulla strada giusta? Dopo alcuni metri sulla vostra sinistra (salendo) troverete incastonata nella roccia una targa in memoria del combattimento avvenuto, in queste zone, nelle giornate del 6/7 ottobre 1813 tra i Cacciatori da Campo austriaci e le truppe di Napoleone.

Se questo articolo vi è piaciuto, seguiteci su Instagram per scoprire le nostre prossime avventure.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *